• +39 0825 1910311
  • +39 0825 627325
  • info@centralfunghi.it

Pleurotus ostreatus - Orecchione o fungo ostrica


Pleurotus ostreatus (Jacq.) P. Kumm., Führer Pilzk. (Zwickau): 24, 104 (1871).

Si tratta di una delle specie fungine più coltivate e conosciute nel mondo; in Italia è molto comune e viene denominata orecchione o fungo ostrica.

Cappello

Allo stadio iniziale di crescita assume una forma convessa, intimamente unito ad altri cappelli che gli crescono attorno; successivamente una forma di ostrica o di ventaglio, spesso cespitoso, imbricato con altri cappelli, a volte numerosi.
Il colore varia da bruno-violaceo, bruno-rossiccio o grigio-biancastro; il margine è involuto, liscio, ma a maturità tende ad appianarsi con andamento gibboso-lobato, presentando anche delle fratture.
Il diametro può misurare da 5 a 25 cm.

Cuticola

liscia, sericea, ma diventa decisamente vischiosa con il tempo umido.

Lamelle

Fitte, strette, intercalate da lamellule, lungamente decorrenti sul gambo, di colore da bianco a bianco-crema o grigiastre.

Gambo

Laterale od eccentrico, irregolarmente cilindrico, talvolta assai corto, assottigliato alla base, assume spesso un aspetto fusiforme; di colore bianco o biancastro, ricoperto più o meno fittamente di pruina di colore grigiastre o bruno-grigiastre; alto 2–6 cm e spesso 1–2 cm.

Spore

Bianche in massa, cilindriche, lisce, 8-12 x 3-4 μm.

Carne

Molto compatta, soda, bianca.

  • Odore: forte, di farina fresca o di rosa
  • Sapore: dolciastro, molto gradevole, più aromatico ed intenso negli esemplari spontanei piuttosto che in quelli coltivati.

Commestibilità

Ottima, specialmente se il fungo viene cotto alla graticola, gastronomicamente molto versatile. Si presta molto bene alla coltivazione.

Proprietà terapeutiche

Il P. ostreatus contiene dei composti che avrebbero un effetto antinfiammatorio, antiaggregante piastrinico, antiossidante, ipocolesterolemizzante e stimolante del sistema immunitario. Inoltre produce lovastatina, una sostanza utilizzata come medicamento ipocolesterolemizzante.

Cresce su vecchie ceppaie, su tronchi vivi di latifoglie (gelsi, pioppi, ecc.); fruttifica dall'autunno alla primavera successiva e anche in inverni miti.

Etimologia

  • Genere: dal greco pleurón = di fianco e oûs, otós = orecchio, con l'orecchio (il cappello) a fianco, per la forma del carpoforo.
  • Specie: dal latino ostrea = ostrica, per la somiglianza del suo cappello al guscio di un'ostrica

Nomi comuni

  • Orecchietta
  • Orecchione
  • Recchia
  • Cerrena
  • Gelone
  • Sbrise
  • Cerlengo
  • Pennella
  • Melina

Fonte: Wikipedia.org

Foto: Pleurotus ostreatus (Jacquin: Fr.) Kummer; Regione Lombardia; Anno 2004; Foto di Emilio Pini.

Scrivi un Commento

Il modulo dei commenti consente di esprimere un'opinione diretta del contenuto. Per questo è necessario inserire un nominativo e l'email (non verrà publicata, sarà necessaria per eventuali informazioni sul contenuto del commento).
Ci riserviamo di filtrare commenti privi di contatti e/o di cattivo gusto.

CODE - antispam
Ripetere il CODE